divulgazione · evoluzione · scienza narrata

I fili invisibili della Natura

TITOLO: I fili invisibili della natura

AUTORE: Gianumberto Accinelli

CASA EDITRICE: Lapis edizioni

GENERE: storie di scienza

Anno e Luogo di pubblicazione: 2017, Roma

Età: dai 10 anni

Pagg. 204; €12,50 Avete mai alloggiato in un hotel in cui un piano intero è riservato alle rane? O visto dei gatti lanciati con il paracadute? O una statua di un insetto che per tutta la sua vita si nutre di … cacca? Vi capita mai di imbattervi in un libro di cui non vorreste mai vedere l’ultima pagina? A me ogni tanto; e questo è uno dei casi. Si tratta di una serie di brevi racconti di Scienze Naturali, accattivanti, originali e molto curiosi, scritti con leggerezza e competenza, con un ottimo risultato. I fili invisibili della natura sono quelli che collegano un avvenimento con un altro accaduto in altro luogo e momento, eventualmente anche a grande distanza. Sono quei collegamenti gravidi di conseguenze, rispetto a cui noi esseri umani mostriamo una innata e spiccata capacità di non vedere, prevedere o anche solo ipotizzare. Sono quei rapporti causa-effetto mai abbastanza considerati nell’agire dell’uomo e della scienza. E sono quei legami capaci di farci riflettere sulla necessità di rispettare la Natura nella sua totalità e complessità. Da cui dovremmo imparare il rispetto di tutti gli esseri viventi presenti sul pianeta e la capacità di ascoltare la Natura per evitare guai importanti. Anche se le negazioni continuamente proposte da una parte dell’opinione pubblica e della politica, spesso fanno tendere al pessimismo. A maggior regione leggiamo e diffondiamo libri come questo. E come il seguito, appena uscito o in uscita.

Annunci
divulgazione · evoluzione · libri scientifici

IL Mistero della Vita

Oggi inserisco una recensione di un libro pubblicata sulla rivista Sapere (Dedalo Edizioni) nel numero di Ottobre 2018.

TITOLO: Il mistero della vita

AUTORE: Jan Paul Schutten,

ILLUSTRAZIONI: Floor Rieder

CASA EDITRICE: L’Ippocampo ragazzi

GENERE: Enciclopedia scientifica illustrata

Anno e Luogo di pubblicazione: 2017, Milano

Età: da 12 anni

Si tratta di una traduzione del testo originale olandese pubblicato a Rotterdam nel 2013, e vincitore di prestigiosi premi internazionali. Ora, grazie all’editore Ippocampo, è disponibile anche per il pubblico italiano. Decisione intelligente e originale.

A prima vista il titolo può indurre in errore, e il taglio del libro può risultare stravagante, se non eccessivo, per via del color oro utilizzato. È sufficiente sfogliare l’indice per apprezzare come ci si trovi davanti ad un libro scientifico, agli antipodi da qualsiasi forma di divulgazione religiosa o esoterica e non interessato ad ammaliare i possibili lettori con l’aspetto esteriore, comunque molto curato.

Si tratta di un manuale, quasi un’enciclopedia, dedicata allo studio della vita, in tutte le sue forme, alla vita intesa come evento biologico, ma anche evento cosmologico, dal big bang fino alla conformazione attuale e alle prospettive future, geologico e chimico. Un libro, come indicato nella premessa, in cui sono presenti “numeri incredibilmente grandi, così grandi che si fa fatica a capirli.”

Il mistero della vita inizia da un personaggio bizzarro, il paramecio, organismo unicellulare capace di compiere solo pochissime azioni nell’arco della propria vita biologica, ovvero una vita con un inizio e una fine.

Dopo aver incontrato il paramecio il libro ci spiega come calcolare l’età della Terra attraverso lo studio delle rocce. Prosegue affrontando un altro problema molto affascinante: capire come è nato, come sta evolvendo e come proseguirà la sua evoluzione il nostro universo. Una piccola parentesi di cosmologia all’interno di un libro sull’evoluzione sottolinea il tratto comune a tutta la Natura: tutto ciò che ha un inizio e una fine, ne rappresenta un aspetto specifico.

Il centro nevralgico del testo rimane la teoria dell’evoluzione darwiniana, a cui l’autore dedica la maggior quantità di spazio all’interno del proprio lavoro, definendola, in un titolo di capitolo, La più grande idea scientifica di tutti i tempi. Certamente una definizione di parte, non potendo dimenticare altre teorie scientifiche precedenti o successive all’evoluzionismo, anch’esse pietre miliari della storia della scienza e del progresso umano.

Le illustrazioni presenti all’interno del libro sono splendide, con tratto molto originale, colori indovinati e un minimalismo così naturale da valorizzarle maggiormente. Inoltre, alcune delle illustrazioni hanno la capacità di riassumere in uno spazio limitato, visibile per intero a colpo d’occhio, una quantità incredibile di informazioni, come accade nel caso dell’illustrazione relativa alla storia dell’universo. In un riquadro non ampio l’illustratore ha avuto l’abilità di riassumere l’intera storia dell’universo, sfruttando una forma di retroazione applicata al disegno capace contenere migliaia di anni di storia.

In alcuni capitoli del libro vengono proposti semplici ma affascinanti esperimenti scientifici, realizzabili con materiale di facile reperibilità e disponibile in ogni casa o scuola. Esperimenti tanto divertenti quanto affascinanti, come nel caso della creazione di cristalli di sale partendo da un barattolo di acqua. Penso si tratti di un testo di notevole interesse e valore, capace di indicare una via importante alla divulgazione della scienza, una via capace di non cedere a facili compromessi per attirare lettori, ma convinta nel mantenere la qualità e la correttezza scientifica quale irrinunciabile filo rosso.

divulgazione · evoluzione · libri scientifici

Sulle tracce degli antenati

TITOLO: Sulle tracce degli antenati

AUTORE: Telmo Pievani

ILLUSTRAZIONI: Adriano Gon; Katerina Kalc

CASA EDITRICE: Editoriale Scienza

GENERE: manuale scientifico

Anno e Luogo di pubblicazione: 2016, Trieste

Età: dai 9 anni

 

 

Partendo da una semplice domanda (“Stavo giocando a palla con il mio cuginetto

e mi sono chiesto: ma perché lui ed io siamo parenti? Che cosa abbiamo in comune?) Telmo Pievani ci accompagna alla scoperta del percorso evolutivo seguito dall’uomo nel corso dei millenni. Partendo dall’homo neanderthalensis, dopo una rigorosa catalogazione scientifica, ne descrive in modo divertente professione, residenza, dieta e segni particolari; per poi passare ad intervistarlo, sistema per conoscerne le caratteristiche e le abitudini, come fosse un nostro contemporaneo.

Seguendo lo stesso schema si incontrano, successivamente, l’uomo di Denisova, l’homo floresiensis, l’homo georgicus, e via così fino a Lucy e oltre. E ogni dieci pagine circa si scopre un tassello successivo nello schema evolutivo. Il viaggio attraversoil tempo viene compiuto da Luca, protagonista del libro, aiutato dal proprio nonno.

E in questo schema il libro, mentre ripercorre le tappe evolutive, coglie l’occasione per puntualizzare alcuni passaggi fondamentali ma spesso malintesi o, peggio, erroneamente spiegati. Come accade nelle prime pagine, in cui il nonno, alla domanda “Ma quindi non discendiamo dagli scimpanzé?”, può rispondere correggendo il frequente errore di pensare ad una linea diretta dalla scimmia all’uomo (“No, non discendiamo da loro, piuttosto siamo loro cugini …”).

Un libro corposo, ricco e appassionante; in poco tempo vi permetterà un viaggio nel tempo di migliaia di anni. E con disegni e schemi permette di comprendere una materia affascinante e coinvolgente.