Uncategorized

Quando si dicono le coincidenze …

Oggi, 14 marzo, i numeri la fanno da padrone. Pura coincidenza, niente a che vedere con l’inconsistente numerologia, ma divertiamoci un po’. Parafrasando Sheldon Cooper “Fun with numbers”.

14/3 scritto secondo le abitudine anglofone: 3/14 ovvero 3,14 ovvero Pi-Greco. Oggi è il Pi-Greco Day

14/3: purtroppo muore Stephen Hawking, (che era nato esattamente 300 anni dopo Galileo!)

14/3: Buon Compleanno Einstein. Nel 1879 nella cittadina di Ulm nacque Albert Einstein

Buona Lettura
Annunci
divulgazione · relatività · romanzo scientifico · Uncategorized

L’estate in cui caddero le stelle

 

 

TITOLO: L’estate in cui caddero le stelle

AUTORE: Cristina Brambilla

ILLUSTRAZIONI:

CASA EDITRICE: Mondadori

GENERE: romanzo scientifico

Anno e Luogo di pubblicazione: 2013, Milano

Età: dai 12 anni

estate in cui caddero le stelle

E’ un’estate afosa e lunghissima. Sognando una fiammante Roma sport che non avrà mai, Patrizia sfreccia per le strade di periferia a bordo dell’odiata Graziella, leggera e maneggevole come l’uranio in fusione. Con lei c’è sempre Silvia, la sua migliore amica, che esprime il suo genio creando vestiti, mentre Patrizia coltiva una passione per la scienza e la matematica. Ma l’università è per i maschi e questa fortuna toccherò a suo fratello, che sembra avere più brufoli che neuroni. La vita di Patrizia, però, è destinata a cambiare: un giorno la cassetta degli attrezzi che utilizza per modificare la bicicletta sparisce e sua madre, inviperita, minaccia di punirla se non la ritroverà. I sospetti cadono sul Mostro, un sinistro individuo che abita nel loro palazzo e ha il volto sfigurato. Patrizia, superata l’iniziale diffidenza, scoprirà un mondo pieno di misteri e troverà in lui un amico prezioso, che l’aiuterà ad inseguire un sogno lontano: diventare una scienziata.